"Cletarte", un modo per valorizzare il territorio di Cleto

Qualche giorno fa, presso la Chiesa della Consolazione di Cleto (nella foto), ha avuto luogo la Presentazione ufficiale dell’Associazione Culturale “CLETARTE”. La Vice-Presidente, Filomena Longo, ha rivolto ai presenti il suo saluto e quello dei soci fondatori, evidenziando sia l’importanza di tutelare e valorizzare il territorio cletese (definendolo “un gioiello” da poter inserire tra i borghi più belli d’Italia) sia la convinzione che la “neonata” Cletarte riuscire a far “rifiorire” tutta la bellezza di un paese poco conosciuto ai più, ma così ricco di splendore, cultura, fascino, mistero, arte, storia e natura incontaminata. La cerimonia è proseguita con l’eloquente spiegazione del Presidente Gaetano Cuglietta il quale, ringraziando la Field per il grande contributo dato alla creazione dell’Associazione, ha sottolineato le finalità di Cletarte, che opera nei settori dello studio, della promozione e valorizzazione dei beni culturali ed ambientali, della promozione turistica, dell’aggregazione giovanile e di tutte quelle attività finalizzate allo sviluppo socio-economico della diffusione della cultura artistica, musicale e letteraria (anche attraverso l’evento “Cletarte”, giunto ormai alla sua IV^ Edizione). Il prof. Franco Pedatella, uno dei soci fondatori, ha comunicato la necessità reale di dover riuscire a creare un’unica forza, capace di sostenere l’associazione nella realizzazione dei suoi scopi. E’ seguito il saluto del sindaco di Cleto, Amerigo Cuglietta, che si è detto entusiasta di tale iniziativa positiva e propositiva, elogiando singolarmente ogni socio fondatore (Gaetano Cuglietta, Filomena Longo, Benito Filice, Franco Pedatella, Franco Morisco e Michele Plastino) per l’amore e la convinzione in un’associazione nata con la volontà di creare qualcosa di innovativo a Cleto e dintorni. Tra il pubblico, si sono notate presenze eccellenti quali i professori Maggiorino Iusi e Franco Ferlaino (entrambi docenti Unical), l’architetto Sergio Ruggiero (autore del libro “Tre croci a Pietramala”) e Saveria Rizzuto con Armando Orlando (rispettivamente presidente e segretario dell’”Associazione Casa delle Culture Maria Coltellaro” di S. Mango d’Aquino). Ognuno di loro è intervenuto con testimonianze preziose sulla storia, le tradizioni, le leggende e le metamorfosi di Cleto, contribuendo a far luce sul suo passato ed a rendere ancora più magica l’atmosfera che si respirava all’interno della caratteristica Chiesa della Consolazione cornice di tale singolare evento.

Per maggiori Informazioni: www.cletarte.com


Commenti