Un fortissimo maestrale bersaglia Aiello. Diversi i danni

Come per Paolo e Francesca di Dante, o come per la Dorothy del Mago di Oz, gli Aiellesi (assieme a tutto il Sud Italia) da questa notte sono sotto il bersaglio continuo di un fortissimo vento di maestrale che ha toccato punte di 170 km/h. I danni che ha provocato sinora sono relativi ad alberi sradicati, cassonetti della spazzatura volanti, tetti scoperchiati ecc. ecc. Inoltre, nella mattinata è mancata pure la corrente.
Nella foto, un albero del giardino di Malta che è stato letteralmente spezzato e scagliato verso il palazzo comunale. L'episodio, che ha causato apprensione in chi abita quella zona, ha costretto alla chiusura per prudenza pure un parrucchiere. Nel momento in cui scriviamo, il vento è ancora molto forte e si attendono i Vigili del Fuoco per rimuovere i rami caduti e di quelli che potrebbero rappresentare un pericolo per la pubblica incolumità.
A tanti non è sfuggito dalla memoria il forte vento dell'inverno 1981, durato per circa una settimana, nel corso della quale, senza corrente elettrica e riscaldamenti, oltre a tutte le scuole chiuse, anche la maggior parte dei residenti è rimasta chiusa in casa al lume di candela ed a riscaldarsi con le "vrascere".

Commenti