Piace il teatro fatto in casa

La Commedia dialettale in tre atti che la Compagnia teatrale aiellese ieri sera ha portato sul palco per le manifestazioni estive è davvero piaciuta ai tanti spettatori che hanno seguito, con attenzione e gradimento, l’evolversi della trama.
“Nozze d’oru”, scritta e diretta da Gisa Guidoccio, è ambientata negli anni cinquanta e ai giorni nostri. Nei primi due atti si parla delle abitudini del rito matrimoniale di un tempo. Come la lettura della “nota” nel “giorno dei panni”, ovvero l’uso di elencare ad alta voce il corredo che veniva dato in dote alla sposa. Nel terzo atto, invece, con un salto temporale di mezzo secolo, si narrano i festeggiamenti delle nozze d’oro in cui si notano, ormai, i costumi ed i modi di pensare che col passare del tempo sono cambiati.
Personaggi e interpreti in ordine di apparizione. Concetta (sposa da giovane) – Federica Bennardo; Terenzio (sposo da giovane) – Eugenio Pagnotta; Nonno di Terenzio – Raffaele Russo; Peppino (padre di Terenzio) – Diego Chiarello; Maharda (sua moglie) – Gisa Guidoccio; Dottoressa – M. Antonietta Brasacchio; Luisa (amica di Terenzio) – Simona Falsetti; Concetta (sposa dopo 50 anni) – Rosina Valentino; Terenzio (sposo dopo 50 anni) – Luigi Zagordo; Annetta (figlia) – Margherita Coccimiglio; Mafalda (figlia) - Beatrice Russo; Bambina - Sabrina Rossi; Figlia di Annetta – Federica Bennardo; Figlio di Mafalda – Eugenio Pagnotta; Figlio di Mafalda – Raffaele Russo.

Commenti