Il Consiglio Comunale del 28 giugno

Il Consiglio comunale, nell’ultima seduta, ha approvato a maggioranza il bilancio consuntivo 2006.
Il documento contabile, sebbene ancora in buona salute, non registra nessuna novità rispetto al passato. Dal punto di vista di Alleanza di Progresso per Aiello (che sul punto si è astenuta), il consuntivo, oltre ad una aumentata pressione fiscale, presenta anche un forte condizionamento delle entrate e delle uscite «che servono solo a garantire il funzionamento della macchina amministrativa mentre, in un paese segnato dal declino come il nostro, servirebbero interventi straordinari capaci di dare impulso allo sviluppo».
Restano confermati, comunque, anche se con meno risorse, i servizi sociali a favore delle scuole. Non si fa ricorso ad anticipazioni di cassa, e fatto pure riconosciuto dalla minoranza, «si comincia a registrare un’inversione di tendenza positiva nella gestione dei residui».
Il giudizio globale di AdP sul conto consuntivo però non è dei migliori. I consiglieri d’opposizione lo hanno definito problematico, che per “quadrare” potrebbe essere necessario, in futuro, aumentare ancora la tassazione a carico delle famiglie. Per quelli di AdP, la soluzione per un bilancio sano – più volte ribadita – sta nella riduzione sensibile delle spese (utilizzo delle convenzioni con alcuni “fornitori di servizi”; risparmi sulla gestione amministrativa adottando il budget di ufficio; risparmi sui consumi ENEL ecc.); e nell’aumento delle entrate, principalmente con il recupero dell’evasione fiscale; ma anche con l’utilizzo, per esempio, dei beni di proprietà non strumentali prevedendone anche la concessione a privati in cambio di un’adeguata remunerazione. Un pacchetto di proposte sulle quali «da qualche tempo – evidenzia AdP in una nota -, si registra un’apertura politica da parte della maggioranza».

Commenti