Carenza idrica e caldo afoso

Con l’arrivo dell’estate e del periodo di afa che sta facendo boccheggiare un po’ tutti, non poteva mancare una bella crisi idrica, giusto per non farci mancare nulla.
Stamattina, la società Acque Potabili, che ha in gestione la distribuzione idrica nella cittadina, ha diramato un avviso alla popolazione che annunciava la sospensione del servizio a partire dalle 20 di oggi sino a domani alle 6. Al momento, non sappiamo se il provvedimento per rimpinguare la riserva d’acqua sarà ripetuto in seguito. Il motivo ufficiale è “carenza idrica dovuta alla diminuzione delle sorgenti”, ma c’è chi sostiene che a questa causa vanno aggiunte anche alcune perdite lungo le condutture principali. È verosimile che la rete a colabrodo sia la maggiore causa della prima emergenza idrica di questa calda estate.
Le zone interessate alla chiusura dell’erogazione sono quelle del Centro Storico servite dall’Acquedotto posto alle pendici del Castello che raccoglie le acque della nostra montagna. Rimarrà invece in funzione il secondo Acquedotto cittadino di via Cimitero, alimentato da sorgenti Sorical, che serve le zone a valle del paese. La raccomandazione che viene fatta da più parti è quella di usare con parsimonia l’acqua evitando di sprecarla per futili motivi.
Intanto, lo scorso 21 giugno, come annunciato, il Comune ha provveduto ad appaltare la realizzazione di nuovi acquedotti rurali e di parte della rete idrica comunale. Per la cronaca, la gara è stata vinta dalla ditta Marino Giosuele di Aiello Calabro.

Commenti