Ditelo alla Redazione

SPAZIO RISERVATO AI NAVILETTORI 
PER POSTARE DOMANDE, COMMENTI, PENSIERI

Commenti

  1. Un saluto a tutti gli aiellesi dal Canada

    RispondiElimina
  2. UNIAMOCI TUTTI PER AUMENTARE I MONITORAGGI SUL TERRITORIO CALABRESE!VOGLIAMO SAPERE SE VIVIAMO VICINO ALLE SCORIE RADIOATTIVE!VI PREGHIAMO A NOME DI TUTTI I CALABRESI!DI TUTTI I BAMBINI,DI TUTTE LE PERSONE CHE SOFFRONO NEGLI OSPEDALI CON LA SPERANZA DI CONTINUARE A VIVERE!MONITORIAMO IL TERRITORIO IN MANIERA CAPILLARE!CI AFFIDIAMO A CHI PUò FARE QUALCOSA!UNIVERSITA'ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTICHE CORPO FORESTALE MA SOPRATTUTTO ALLO STATO.NON ABBIAMO LAVORO MA RIPULITECI ALMENO LA NOSTRA POVERA TERRA CHE ORA E'RICCA SOLO DI SCORIERADIOATTIVE!

    RispondiElimina
  3. ciao a tutti, qualcuno sa dirmi il programma di questo natale ad aiello? ancora non ho visto nessun articolo sulle manifestazioni. il comune orghanizza qualcosa di importante? grazie per le informazioni

    RispondiElimina
  4. auguri a tutti per un 2010 migliore, cje ci porti la bonifica dell'oliva e che ci liberi da tanti politici nazionali, regionali e locali incapaci

    RispondiElimina
  5. Omaggio a Peppe Verduci (22 maggio 1921 - 8 aprile 2008), Poeta Comunista del quale, oggi, 8 aprile, ricorre il secondo anniversario della morte.
    http://www.facebook.com/group.php?gid=67471066043&ref=ts

    RispondiElimina
  6. Situazione indagini Valle Oliva: http://ilquotidianodellacalabria.ilsole24ore.com/it/calabria/cosenza_paola_amantea_carotaggi_inchiesta_fiume_oliva_sostanze_tossiche_bruno_giordano_proc.html

    RispondiElimina
  7. il 21 giugno 2010, alle 15.30 ed alle 17.30 (I e II convocazione), si terrà l'assemblea del Centro Anziani di Aiello calabro nella sede di Patricello.

    RispondiElimina
  8. http://www.newz.it/2010/06/13/cosenza-i-carabinieri-trovano-un-arsenale-di-armi-in-casa-di-un-imbianchino/47159/

    RispondiElimina
  9. segnalo una notizia su un aiellese: lorenzo giannuzzi sarà tra i consiglieri del bologna calcio: http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/rossoblu/2010/23-giugno-2010/nasce-nuovo-bologna-pronta-rivoluzione-1703251070656.shtml

    RispondiElimina
  10. (AGI) - Cosenza, 29 giu - "La stima e' senz'altro per difetto, ma pensiamo che sotto il fiume Oliva ci siano almeno centomila metri cubi di fanghi industriali". Lo ha detto all'AGI il Procuratore di Paola (Cosenza), Bruno Giordano, commentando i lavori di carotaggio che si stanno compiendo lungo il fiume Oliva, nei comuni di Amantea, Serra d'Aiello e Aiello Calabro.
    Carotaggi che si erano resi indispensabili a seguito di diverse segnalazioni della presenza di presunto materiale tossico nella zona e a seguito di alcune relazioni medico-scientifiche che avevano fatto emergere una casistica insolita di morti per tumore in quell'area. "Abbiamo ancora lavori di carotaggio per 3 o 4 giorni, poi potremo iniziare il lavoro di analisi dei detriti campionati", ha aggiunto Giordano, che gia' aveva commentato, nelle scorse settimane, quanto ritrovato, escludendo ogni dubbio sulla presenza dei fanghi. Dalla Procura di Paola si precisa che oggi sono anche terminati i carotaggi sulla collina che contiene una cava in cui si sono misurati valori anomali di radioattivita'. Ma di questo ancora non si vuole dire niente. Nella zona si sospetta possano essere stati smaltiti in maniera fraudolenta rifiuti industriali provenienti da altre regioni. Alcune fonti li misero in relazione con una presunta "nave dei veleni", la Jolly Rosso, che si areno' nel dicembre del 1990 a pochi chilometri dal luogo delle ricerche, sulla spiaggia di contrada Formiciche di Amantea, sul Tirreno cosentino.

    RispondiElimina
  11. VENERDI 9 LUGLIO LE AGENDE ROSSE scenderanno in PIAZZA XI SETTEMBRE A COSENZA per ricordare la figura di PAOLO BORSELLINO e tutti gli uomini della sua scorta che sono stati uccisi il 19 Luglio 1992.
    La manifestazione non prevede interventi politici di nessun tipo ed è organizzata dalle Agende Rosse, movimento fondato da Salvatore Borsellino fratello del magistrato assassinato durante la strage di Via D’Amelio.
    E’ per noi importante riportare alla memoria la figura di persone coraggiose che hanno sacrificato la loro vita e quella dei loro cari per rendere l’Italia un Paese libero dalla Mafia, per sensibilizzare le persone e far sentire quel FRESCO PROFUMO DI LIBERTà di cui abbiamo tanto bisogno, quella libertà che ci stanno negando, quella libertà a cui vogliono mettere le manette, ma noi la vogliamo difendere e gridare ancora GIUSTIZIA E VERITà per le stragi, per la nostra dignità di cittadini liberi che vogliono vivere nella legalità.
    Vogliamo ricordare, inoltre, che il 17-18-19 LUGLIO si svolgerà a Palermo la commemorazione del giudice BORSELLINO ucciso, ed è nostro obbligo far sì che un giorno tutti sappiano la verità su chi ha ucciso e soprattutto su chi ha voluto la morte del giudice Borsellino.
    Venerdì a Cosenza sarà un’occasione per dimostrare quanto la gente onesta di questa città tenga bene a mente il lavoro svolto da Paolo Borsellino e sarà un occasione per discutere di tutte le vittime della Mafia e della ‘Ndrangheta.Un appuntamento importante al quale speriamo e crediamo aderirà moltissima gente onesta e soprattutto giovani che credono fortemente nella legalità e nella giustizia.
    Chiediamo una mobilità della società civile e di tutti i cosentini che vogliono urlare la loro rabbia e soprattutto hanno sete di verità.

    Agende Rosse Cosenza

    RispondiElimina
  12. Maria Voce e Chiara Luce Badano27 settembre 2010 09:45

    segnalo l'intervento (link) dell'aiellese maria voce in occasione della Messa di ringraziamento per la Beatificazione di Chiara "Luce" Badano del 25 settembre 2010: alla Messa di ringraziamento per la Beatificazione di Chiara "Luce" Badano:
    http://www.oecumene.radiovaticana.org/it1/Articolo.asp?c=425583

    RispondiElimina
  13. Aiello 10 nov. 2010, arrestati due fratelli per furto11 novembre 2010 11:24

    Furto in casa di un’anziana pensionata, arrestati due fratelli
    10 novembre 2010

    PAOLA. I Carabinieri della Compagnia di Paola hanno tratto in arresto all’alba di mercoledì due fratelli incensurati, F.B.B., 18 anni, e L.B.B., 16 anni, ritenuti colpevoli di furto. Il fatto sarebbe avvenuto nell’ottobre scorso ad Aiello Calabro, dove i due avrebbero derubato una pensionata di denaro e gioielli, penetrando nella sua abitazione. Il ragazzo maggiorenne è stato posto ai domiciliari, mentre il minore è stato portato in una comunità di recupero.
    http://www.giornaledicalabria.net/index.php?section=news&idNotizia=15948

    RispondiElimina
  14. 25 novembre contro la violenza sulle donne25 novembre 2010 08:41

    Un pensiero, oggi 25 novembre, giornata contro la violenza sulle donne, per Maria Rubini...

    RispondiElimina
  15. Pro Loco - Nuovo regolamento provinvciale1 dicembre 2010 17:00

    Affari Istituzionali - Cosenza, 30/11/2010

    REGOLAMENTO PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI PRO LOCO
    Approvato il regolamento delle associazioni pro loco della provincia di Cosenza.

    ALLEGATI

    Regolamento (http://www.provincia.cosenza.it/portale/portalmedia/2010-11/regolamento_pro_loco1.pdf)
    Schema di statuto tipo (http://www.provincia.cosenza.it/portale/portalmedia/2010-11/schema_tipo_statuto_pro_loco2.pdf)

    RispondiElimina
  16. Acqua Pubblica. L'ultimo imbroglio dell'ATO unico 131 dicembre 2010 10:17

    http://www.autistici.org/difendiamolacalabria/2010/12/30/lultimo-imbroglio-dellato-unico/#more-2837

    L’ultimo imbroglio dell’ATO unico
    Il Consiglio regionale della Calabria, con l’articolo 10 bis della recente finanziaria, ha stabilito di istituire, dal 1° luglio 2011, un unico ambito territoriale regionale per il servizio idrico integrato.
    La cosa che potrebbe apparire strana è che questo avviene proprio mentre il governo nazionale, con il decreto mille proroghe, ha posticipato la soppressione degli ATO al 1° gennaio 2012.
    C’è un filo chiaro e preciso di trasversalità che lega la politica calabrese alla privatizzazione delle nostre acque in un disegno che non ha colore politico; come noto anche la vecchia giunta Loiero, di centrosinistra, aveva ventilato la possibilità di costituire un unico ambito regionale per il servizio idrico integrato.
    Ci sono forti sponsor che spingono per l’affidamento ad un soggetto imprenditoriale dell’intero servizio idrico e, conoscendo l’attuale strapotere in Calabria della multinazionale francese Veolia, non è molto difficile immaginare chi gestirà l’intero servizio idrico.
    L’aspetto forse più inquietante è che si verificherà il superamento del rapporto “società di gestione-Comune calabrese” per approdare al rapporto diretto “società di gestione-Cittadini calabresi”; in questo modo i bilanci dei Comuni saranno più leggeri ma quelli delle famiglie molto, molto più pesanti.
    CONTINUA

    RispondiElimina
  17. Acqua Pubblica. L'ultimo imbroglio dell'ATO unico 231 dicembre 2010 10:18

    CONTINUA...
    Come Coordinamento ci chiediamo cosa potrà accadere nella nostra regione, che è la più povera d’Italia, quando una famiglia non potrà pagare la bolletta dell’acqua potabile, e le risposte non sono confortanti. Si taglierà la fornitura idrica come a San Lorenzio del Vallo, si ridurrà il flusso come a Cosenza e Scalea, o si metteranno queste famiglie pubblicamente alla gogna come è successo a Cinquefrondi e in tutti quei Comuni calabresi che si sono visti tappezzati di manifesti accusatori della Sorical, per mancato pagamento?
    Mentre in Calabria si vara l’ambito unico, in altre Regioni, ultima in ordine di tempo la Liguria, le forze politiche si stanno impegnando per sostenere la richiesta di moratoria contro il decreto Ronchi; in questa maniera la consultazione Referendaria, che hanno chiesto più di 1.400.000 cittadini, tra cui oltre 40.000 calabresi, avverrà a “bocce ferme”.
    Dicevamo della continuità tra le due giunte regionali, ed infatti nell’attuale bilancio approvato dalla giunta Scopelliti è prevista un’anticipazione finanziaria, a favore della Sorical S.p.A. per consentire la realizzazione degli investimenti del programma 2005/2009, di 3.500.000,00 euro già stabilita dalla legge regionale n.15 del 10 luglio 2007 emanata dall’allora giunta di centrosinistra del presidente Agazio Loiero.
    Tra coloro che manifestarono, all’epoca, perplessità su queste “anticipazioni” e sul mutuo acceso con la banca irlandese Depfa, vi era pure l’attuale presidente della So.Ri.Cal. S.p.A., Sergio Abramo; a tal riguardo riportiamo una nota dell’agenzia Ansa (fonte www.telereggiocalabria.it) che riferisce alcune sue dichiarazioni del luglio 2008: “… Infine gli interrogativi sulla legge regionale n.15 del 2007. A parte le questioni già poste con molta puntualità dal collega Borrello a proposito delle discrasie tra le previsioni di legge e la delibera di Giunta che le attua, c’è in più che la Regione anticipa ingenti somme a Sorical per l’attuazione del programma di investimenti e che Sorical, dal canto suo, le restituisce facendole gravare sulle tariffe idriche. Poi, però, Sorical firma con Depfa il contratto e ottiene dalla banca irlandese, insieme col resto, un’anticipazione sull’anticipazione già ottenuta dall’ente pubblico. Ma tutto questo costa dunque una seconda volta? Se sì, la domanda è d’obbligo: ma quante volte devono pagare i calabresi? La risposta questa volta l’attendiamo da coloro che hanno ricevuto i voti dei cittadini per governare nel loro esclusivo interesse, non certo da un anonimo comunicato stampa, che avrà anche il suo peso sul mercato internazionale dei capitali ma che non porta un euro nelle tasche dei contribuenti. I quali, anzi, è molto probabile che debbano rimetterci”.

    RispondiElimina
  18. Presentazione del Sistema Museale della Provincia di Cosenza2 febbraio 2011 16:06

    Presentazione del Sistema Museale della Provincia di Cosenza e del portale dei musei e dei beni culturali del territorio provinciale
    venerdì 4 febbraio ore 17.00 Sala degli Specchi Provincia

    Sarà presentato venerdì 4 febbraio prossimo, alle ore 17.00, nel Salone degli Specchi di Piazza XV marzo, il Sistema Museale della Provincia di Cosenza e del portale dei musei e dei beni culturaali del territorio provinciale.
    Introduce i lavori l'Assessore Provinciale alla Cultura Maria Francesca Corigliano, presentano il Progetto la Storica d'Arte Anna Cipparrone e il referente informatico del Progetto Gianfranco Straface.
    Intervengono il Soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria Fabio De Chirico, la Soprintendente ai Beni Archeologici della Calabria Simonetta Bonomi, il Dirigente del Settore Programmazione ed Internazionalizzazione della Provincia di Cosenza Giovanni Soda.
    Concludono l'Assessore alla Cultura della Regione Calabria Mario Caligiuri ed il Presidente della Provincia di Cosenza Gerardo Mario Oliverio. Modera la giornalista Mariuccia De Vincenti.

    Ma in che cosa consiste questo Progetto che ha come riferimento il Complesso Monastico di Santa Chiara a Cosenza e i musei diffusi sul territorio? Come riportato sulla brochure si tratta di: “Un’istituzione permanente, senza scopo di lucro, al servizio della società e del suo sviluppo, aperta al pubblico, che compie ricerche sulle testimonianze materiali dell’uomo e del suo ambiente, le acquisisce, le conserva, le comunica e soprattutto le espone a fini di studio, educazione e diletto”.
    E’ così che lo Statuto dell’International Council of Museums definisce il Museo ed è così che la Provincia di Cosenza intende unire tutte le realtà museali - grandi, piccole, pubbliche e private - ed offrirle alla sua comunità di cittadini, ai turisti, agli studiosi e agli appassionati tramite la Rete Museale, primo grande traguardo del più complessivo progetto di Sistema Museale Provinciale.
    Il progetto è nato dal desiderio di conoscere il grande patrimonio museale, storico-artistico, archeologico e culturale del territorio per valorizzarlo, comunicarlo, aprirlo alla fruizione sociale, proiettarlo in una dimensione turistica nuova. Vogliamo rendere visibili e fruibili i musei e le sale espositive dei 155 comuni della provincia di Cosenza nonché tutte le realtà storico-artistiche avendo, quale centro propulsore e catalizzatore del sistema, il Polo Culturale del Complesso Monastico di Santa Chiara, a Cosenza. Vogliamo mettere a valore i beni e le attività culturali, non solo perché componente fondamentale della nostra identità, ma anche quale vantaggio comparato per aumentare l’attrattività del territorio, rafforzare la coesione sociale, migliorare la qualità della vita delle nostre comunità. Un progetto, inoltre, che fa leva sul ruolo della Provincia di Cosenza come soggetto che coordina le politiche culturali e si pone come riferimento per le azioni dei Comuni e degli altri organismi che, a vario titolo, operano nel campo della valorizzazione e della promozione del patrimonio di beni ed esperienze di cui il nostro territorio è ricco.
    La Rete Museale della Provincia di Cosenza è mossa da un’idea innovativa, sostenibile nel lungo periodo, di promozione e valorizzazione dei beni culturali. E’ la prima rete museale strutturata con contenuti sui musei e sul patrimonio storico-artistico di ogni comune ed è, soprattutto, la prima rete museale che dà voce e visibilità a tutte le realtà di un territorio vasto, diversificato e complesso e che dà avvio ad un’azione sistematica, integrata e coordinata di potenziamento delle singole esperienze e di promozione unitaria del territorio.

    RispondiElimina
  19. AMANTEA: LA CARTA DI UN NUOVO MUNICIPIO di Alfonso Lorelli3 marzo 2011 16:50

    http://www.amantea3.it/2011/testi/03-03-lorelli-a.htm

    RispondiElimina
  20. Storia e tradizione del Carnevale amanteano3 marzo 2011 16:51

    http://www.amantea3.it/2011/testi/03-03%20storia%20carnevale/03-03%20storia%20carnevale.htm

    RispondiElimina
  21. Nucleare - Elenco possibili siti15 marzo 2011 09:15

    http://tg24.sky.it/tg24/politica/2011/03/14/elenco_possibili_siti_centrali_nucleari_in_italia.html

    RispondiElimina
  22. Serra d’Aiello - Maggioranza appesa ad un filo e il commissariamento del Comune di Serra d’Aiello sembra sempre più vicino. E' ormai agli sgoccioli la permanenza del Sindaco Avv. Antonio Cuglietta al comune di Serra d’Aiello, alla quale ormai resta l’appoggio risicato del consiglio, dopo la dimissione del Vicesindaco Luigi Cappelli si sono aggiunte quelle dell'Assessore De Lorenzo, e del Consigliere Sdao. Manca un solo consigliere per porre fine al mandato del sindaco Cuglietta. In queste ore si cerca di convincere i componenti di maggioranza delusi dall’operato del primo cittadino.
    Fonte: http://www.facebook.com/notes/serra-daiello-live/serra-daiello/10150154152447700

    RispondiElimina
  23. Giovedì 12 maggio, presso la libreria “Tra le righe”, in viale Goriza 29, a Roma, si terrà a partire dalle ore 17 la presentazione del libro “Bomba Atomica – Inchiesta su Radio Vaticana” di Alessio Ramaccioni e Francesca Romana Fragale, pubblicato dalla casa editrice Editori Riuniti.
    Si tratta del primo di una serie di eventi di presentazione e divulgazione del libro inchiesta che si terranno tra maggio e giugno.

    «Come una bomba atomica». Con queste parole sono stati descritti gli effetti delle antenne di Radio Vaticana sulla popolazione residente a ridosso di esse, nella zona Roma Nord e in numerosi comuni limitrofi agli impianti di Santa Maria di Galeria. Un poderoso impianto costruito su circa 430 ettari, composto da 33 antenne che trasmettono in tutto il mondo.
    Una stima di 170.000 persone coinvolte, tra uomini, donne e bambini, tenute all’oscuro di un pericolo invisibile, ma fortemente reale: l’elettrosmog. Persone che hanno visto i propri cari ammalarsi e spesso morire di leucemia o di tumore, con tassi d’incidenza enormemente più alti della media nazionale. Persone che, per anni, hanno invocato giustizia dalle piazze e attraverso i comitati a tutela del basilare diritto alla salute e alla vita.
    Per info: www.bombatomica.com

    Contatti:

    info@bombatomica.com
    tel. 3287679798

    RispondiElimina

Posta un commento

Salve. Grazie per il commento.
Il curatore del Blog fa presente che non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori. I commenti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o contenenti dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy, verranno cancellati.